Kalabrian Burgerfest Edition, l’hamburger che ha conquistato Praga

Kalabrian Burgerfest Edition, l'hamburger che ha conquistato Praga

Se c’è un hamburger che per me ha avuto sempre un posto speciale è il Kalabrian Burger, uno dei primi pubblicati sul blog e, probabilmente, quello che più mi rappresenta: sapori decisi e profumi inebrianti che oltre a deliziare i sensi risvegliano in me ricordi di tempi lontani in cui, ancora bambino, nel giorno di mercato, venivo trascinato da mia madre e da mia nonna tra i tanti banchetti che esponevano mercanzie di ogni tipo. Per lo più si trattava di una passeggiata noiosa in mezzo a tende, abbigliamento e cianfrusaglie, ma le cose cambiavano non appena ci si inoltrava tra i banchetti di generi alimentari. Superare il primo venditore era come attraversare un confine, ci si trovava immersi in un mondo diverso, ricco di voci, profumi e colori: il bianco dei formaggi, il rosa dei salumi, il verde delle olive e dei mazzetti di origano essiccato, il rosso dei peperoncini e dei pomodori secchi, il giallo dei lupini messi in ammollo nelle bacinelle di plastica blu, il viola delle cipolle di Tropea e delle melanzane, i diversi colori dei peperoni. Ma la cosa che più lasciava il segno era il profumo, gli odori di tutti questi cibi che arrivavano dritti al naso e che non potevi non inalare a fondo perché ogni respiro era come un piccolo assaggio di tutto quel ben di Dio.

Alla Burgerfest di Praga

Il giorno in cui ho saputo che sarei stato ospite alla Burgerfest di Praga non ho avuto dubbi su quale hamburger presentare: quei sapori e quei profumi avrebbero viaggiato fino a lì, su quel palco avrei preparato il Kalabrian Burger per il mio cooking show “Taste of Calabria”.

Praga - Burgerfest 2019
Preparazione del Kalabrian – Praga, Burgerfest 2019

Tuttavia, visti i tempi ristretti che avrei avuto a disposizione, circa 40 minuti, ho deciso di modificare la ricetta originale per gestire meglio ogni fase ed ho ideato un Kalabrian Burgerfest Edition.

Nonostante abbia creato questa ricetta appositamente per questo evento, considero la Burgerfest Edition la versione definitiva per il Kalabrian. L’originale resta sempre un’esplosione di gusto, ma questa versione è frutto anche dell’esperienza maturata in questi anni di innumerevoli hamburger. Il Kalabrian in questa versione, quindi, è un hamburger che potrei definire più “maturo”.

Gli ingredienti sono pressoché identici nelle due versioni, con qualche piccola ma fondamentale differenza: al posto del Caciocavallo Silano DOP (che resta, in ogni caso, una perfetta alternativa) ho utilizzato una provola silana affumicata per dare un leggero sentore di fumo, i peperoni non sono più utilizzati come topping ma diventano un ingrediente della salsa che risulta essere, quindi, una versione modificata dell’ottima Salsa Barbecue al Vecchio Amaro del Capo. Le altre novità sono l’utilizzo della Cipolla Rossa di Tropea IGP, il doppio patty cotto con la tecnica dello smashing e l’utilizzo di un classico bun al posto della Ciabatta senza impasto.

Il Kalabrian Burger è stato un vero successo alla Burgerfest di Praga! Se dovessi scegliere un momento di quell’evento, sarebbe sicuramente quello in cui ho iniziato a fare assaggiare la ‘nduja: si è formata una fila lunghissima di persone che ha richiesto l’intervento dell’organizzazione per essere interrotta.

Praga - Burgerfest 2019
Assaggio della ‘nduja – Praga, Burgerfest 2019

Se dovessi scegliere un’immagine, probabilmente sarebbe la foto qui sotto, nella quale si vedono i volti curiosi della gente che attende di assaggiare il mio hamburger.

Praga - Burgefest 2019
Praga, Burgerfest 2019

Se volete rivedere i momenti del cooking show “Taste of Calabria”, sulla mia pagina Facebook trovate il live trasmesso per l’occasione. Ho realizzato in diretta 4 Kalabrian Burger e, una volta chiuso il collegamento, mi hanno chiesto di prepararne ancora. Per i tempi ristretti, sono riuscito a farne solo altri 4, ma con la ricetta che trovate qui potete realizzare tutti i Kalabrian Burger che volete e assaporare anche voi i sapori e i profumi della mia Calabria.

Kalabrian Burgerfest Edition, l'hamburger che ha conquistato Praga

Guarda il video della ricetta

Ingredienti

  • Carne macinata di manzo (punta di petto)
  • ‘Nduja di Spilinga (1/5 del peso della carne)
  • Capocollo di Calabria DOP
  • Provola silana affumicata
  • Cipolle rosse di Tropea IGP
  • Vecchio Amaro del Capo
  • Zucchero di canna
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe nero
  • Salsa Kalabrian
  • Burger bun

Salsa Kalabrian

Preparatela almeno il giorno prima, seguendo le indicazioni della ricetta che trovate a questo link: Salsa Kalabrian con cipolle di Tropea, peperoni e Amaro del Capo.

Salsa Kalabrian, con cipolle di Tropea, peperoni e Amaro del Capo

Cipolle di Tropea al Vecchio Amaro del Capo

Sbucciate le cipolle, affettatele e mettetele in una padella con dell’olio extravergine d’oliva. Fatele cuocere a fiamma moderata fino a quando inizieranno a cambiare colore diventando brune, quindi aggiungete lo zucchero di canna e sfumate con il Vecchio Amaro del Capo. Lasciate cuocere ancora qualche minuto, poi aggiustate di sale e mettete da parte.

Kalabrian Burgerfest Edition, l'hamburger che ha conquistato Praga

Kalabrian Burgerfest Edition, l'hamburger che ha conquistato Praga

Cipolle di Tropea all'Amaro del Capo

Altri topping

Ricavate dalla provola silana affumicata delle fette di circa mezzo centimetro di spessore e dal capocollo delle fette spesse un paio di millimetri.

Capocollo di Calabria DOP e provola silana affumicata

Preparazione della carne

Usando le mani, amalgamate insieme la carne macinata, la ‘nduja e un po’ di Amaro del Capo, poi formate delle palline poco più grandi di una pallina da golf. Per ogni hamburger ci vorranno 2 palline.

Patty con nduja

Patty con nduja

patty con nduja

Cottura

Mettete le fette di capocollo in una padella calda e, una volta che saranno diventate croccanti, toglietele e tenetele da parte. Cuocete, quindi, le due palline di carne con la tecnica dello smashing, quindi salate e pepate. Una volta girati i patty, adagiate su ciascuno una fetta di provola, aggiungete alla padella un po’ di acqua e coprite con un coperchio, lasciando cuocere per circa un minuto. Una volta cotti, sovrapponete due patty uno sull’altro, inserendo tra loro le fette di capocollo. Mettete da parte e, nella stessa padella, tostate il pane.

capocollo di calabria dop

smashed burger

hamburger provola silana

hamburger

Kalabrian Burger

Sulla metà inferiore del bun mettete la salsa Kalabrian, i patty con la provola e le fette croccanti di capocollo e le cipolle caramellate. Spalmate un altro cucchiaio di salsa sulla parte superiore del bun e chiudete l’hamburger. Non dimenticate, prima di addentare, di inalare a fondo tutti i profumi che questo hamburger sprigiona.

Kalabrian Burgerfest Edition, l'hamburger che ha conquistato Praga

Kalabrian Burgerfest Edition, l'hamburger che ha conquistato Praga

2 commenti

  1. Purtroppo non ho tutti gli ingredienti a disposizione, ma lo trovo magnifico, complimenti…domani mi inventerò qualcosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *