Ciabatta senza impasto

Uno dei requisiti fondamentali di un buon hamburger è sicuramente un buon panino. I classici panini da hamburger, chiamati buns, sono molto morbidi, praticamente senza una crosta consistente.

Al contrario, la ciabatta è un tipo di pane croccante che potrebbe non andare bene per i nostri hamburger in quanto la crosta più consistente ci farebbe esercitare troppa pressione al morso con la conseguenza di far fuoriuscire tutto il contenuto del panino.

La ricetta con cui realizzeremo le ciabattine vedrà l’aggiunta di qualche piccolo accorgimento per fare in modo che la crosta non sia troppo croccante e possa permetterci di goderci in pieno il nostro hamburger con una tipologia di pane diversa dal solito.

Come ottenere, quindi, una crosta di pane più o meno croccante?
Uno dei fattori sui quali possiamo agire per ottenere una crosta di pane della consistenza desiderata è quello dell’umidità. Minore è l’umidità, maggiore sarà la croccantezza. Viceversa, per ottenere una crosta di pane più morbida, che è quello che ci interessa, dobbiamo mettere in atto dei piccoli e semplici accorgimenti che ci aiuteranno a preservare l’umidità dell’impasto e, successivamente, del pane.

La crosta inizia già a formarsi al momento della lievitazione con il contatto dell’impasto con l’aria. Pertanto, ogni volta che metteremo il nostro impasto a lievitare, lo copriremo con della pellicola trasparente, se in una ciotola, o con un canovaccio se messo a lievitare sulla spianatoia.

Il secondo accorgimento avviene durante la cottura. Adagiamo sul fondo del forno un pentolino con dell’acqua. L’umidità dovuta all’evaporazione dell’acqua aiuterà a preservare quella dei nostri panini.

L’ultimo accorgimento si attua subito dopo la cottura. Una volta sfornato il pane, mettiamolo a riposare coprendolo subito con un canovaccio pulito. In questo modo riusciremo a contenere l’evaporazione di ulteriore umidità dai nostri panini ancora caldi.

Con queste semplici attenzioni riusciremo ad ottenere delle ciabattine sufficientemente morbide per essere utilizzate con i nostri hamburger.

Se volete un esempio, ho utilizzato questa ciabatta per il Kalabrian, aggiungendo in superficie semi di peperoncino calabrese e pezzetti del peperoncino stesso. Da provare!

Ciabatta senza impasto
Ciabatta senza impasto

 Ingredienti

  • Farina tipo “0” (1 kg)
  • Lievito di birra secco (7 g)
  • Malto d’orzo (5 g)
  • Sale (1 cucchiaio)
  • Acqua (700 ml)

Procedimento

Versate tutti gli ingredienti in una bacinella e mescolateli fino a farli amalgamare bene. Se utilizzate lievito fresco fatelo prima sciogliere in una parte dei 700 ml di acqua previsti dalla ricetta.buns_img1

Coprite con la pellicola e mettete a lievitare per circa 4 ore o, comunque, fino a quando la pasta non raddoppia di volume. Al termine della lievitazione l’impasto dovrà risultare appiccicoso e pieno di bolle.
buns_img2

Infarinate la spianatoia e rovesciatevi sopra l’impasto. Piegate due estremità dell’impasto verso il centro, quindi ripetete l’operazione con le altre due estremità. Coprite con un canovaccio pulito e lasciate lievitare per un’altra mezz’ora.L'impasto sulla spianatoia

Ungete bene una spatola con dell’olio ed utilizzatela per tagliare le porzioni di pasta che andranno a formare i panini. Adagiate ogni pallina di impasto su una teglia coperta di carta forno avendo cura di distanziarle a sufficienza visto che aumenteranno ancora il loro volume. Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per altre 4 ore.Ciabatta senza impasto 1

Accendete il forno a 200° e inserite sul fondo un pentolino con dell’acqua.buns_img5

Quando il forno avrà raggiunto la temperatura, infornate la teglia. Ci vorranno circa 20-25 minuti. Sfornate le ciabattine e mettetele a riposare coperte con un canovaccio pulito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *