Sushi Slider, mini hamburger di salmone

Sushi Slider, mini hamburger di salmone
Sushi Slider, mini hamburger di salmone

I Sushi Slider sono dei mini hamburger di salmone eleganti e fuori dal comune, che nascono grazie ad una collaborazione molto speciale con Marco Agostini di “The Barktenders BBQ Team“.

Per chi non lo conoscesse, Marco è un professionista e un esperto della ristorazione che con la sua concezione di Barbecue Creativo sta promuovendo lo sviluppo di un’identità moderna della cucina barbecue che, pur mantenendone integri i valori distintivi, mira ad elevarne il ruolo a quello delle discipline più blasonate.

Quando, pertanto, abbiamo iniziato a lavorare all’idea che poi si è concretizzata in questi Sushi Slider, il pensiero di base è stato quello di proporre un hamburger che potesse essere gustoso ma, allo stesso tempo, raffinato e unico nel suo genere, un mini hamburger raffinato che potesse fare la sua figura in un buffet o in un aperitivo di una certa qualità.

Sono nati, così, i Sushi Slider, mini hamburger di salmone dal gusto incredibile e perfetti per ogni occasione.

Sushi Slider, mini hamburger di salmone
Sushi Slider, mini hamburger di salmone

La prima cosa che abbiamo pensato, immaginando un sushi burger, era che la quasi totalità di questo tipo di hamburger presenti in rete non utilizza un bun ma un agglomerato di riso che, personalmente, ho sempre trovato abbastanza ridicolo. Per cui, requisito fondamentale, il nostro burger avrebbe dovuto avere un vero e proprio bun che richiamasse, comunque, l’idea del riso. Dopo varie prove, sono stati creati i Rice Bun, panini con latte e farina di riso che, grazie alla loro leggerezza e delicatezza, sono perfetti per questa ricetta (cliccate sul link per scoprire tutti i segreti di questi panini).

Sushi Slider, mini hamburger di salmone 1
Rice Buns, panini con latte e farina di riso

Per quanto riguarda il patty – che è stato insaporito con il Fusion Rub – si è scelta come proteina il salmone ma, al posto di utilizzarlo totalmente crudo, abbiamo deciso di donargli una gustosa crosticina esterna applicando la Tecnica Tataki, che consiste nello scottare su piastra rovente e per pochi secondi le superfici esterne del patty, mantenendo l’interno crudo.

I topping scelti per il Sushi Slider sono due: delle foglie di alga Wakame reidratate nella salsa di soia che, al morso, aprono lo spettro di sapori con un’incredibile esplosione di sapidità e degli Avocado Pickles, sfiziose fettine di avocado sottaceto che, con la loro acidità, puliscono la bocca dal grasso del pesce e donano una leggera piccantezza (cliccate sul link per sapere come realizzarli).

Avocado Pickles, sfiziose fettine di avocado sottaceto
Avocado Pickles, sfiziose fettine di avocado sottaceto

Prima di lasciarvi tutte le indicazioni su come realizzare i Sushi Slider, ringrazio ancora Marco, un amico, per questa divertente e stimolante collaborazione e vi invito a seguirlo sul suo blog e sui suoi canali social perché sono pieni di discussioni e argomenti interessanti e istruttivi.

Guarda il video della ricetta

Ingredienti

Pane

Topping

Patty

  • Salmone fresco abbattuto (circa 80 g a patty)
  • Fusion Rub (15% semi di finocchio, 20% pepe Sichuan, 15% cannella, 10% anice stellato, 10% chiodi di garofano, 20% sale marino fino, 10% zucchero di canna)
  • Farina di riso (q.b.)

Procedimento

Preparate in anticipo i Rice Buns, gli Avocado Pickles e il Fusion Rub.

Mettete le alghe in una ciotola, versate della salsa di soia fino a coprirle e mettetele da parte per farle reidratare.

Alghe Wakame e salsa di soia
Alghe Wakame e salsa di soia

Tritate finemente il salmone al coltello, aggiungete il Fusion Rub, della farina di riso e formate il patty. La quantità di farina di riso deve essere quella appena necessaria a tenere insieme il patty, non esagerate.

Salmone fresco abbattuto
Salmone fresco abbattuto
Salmone tritato
Salmone tritato
Patty di salmone
Patty di salmone

Scaldate una piastra o una padella, possibilmente di ghisa. Una volta che sarà molto calda, ungetela con un filo di olio e mettete in cottura il salmone. La tecnica Tataki prevede una scottata ad alta temperatura per pochi secondi quindi, non appena si sarà formata la crosticina, girate il patty e cuocetelo anche dall’altro lato per pochi secondi. Si deve formare una crosticina esterna ma internamente il salmone deve restare crudo.

Patty di salmone con tecnica Tataki
Patty di salmone con tecnica Tataki

Formate il Sushi Slider: prendete un paio di alghe, strizzatele con delicatezza e ponetele sulla metà inferiore del pane. Adagiate il patty di salmone e disponete su questo delle fettine di Avocado Pickles.

Organizzate un aperitivo, servite un vassoio colmo di questi mini hamburger e godetevi i complimenti dei vostri ospiti.

Sushi Slider, mini hamburger di salmone
Sushi Slider, mini hamburger di salmone
Sushi Slider, mini hamburger di salmone
Sushi Slider, mini hamburger di salmone

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *