Salsa Olandese

La salsa olandese è una salsa a base di tuorli d’uovo e burro. Il suo utilizzo più conosciuto è sicuramente quello con le uova alla benedict, ma niente ci vieta di utilizzarla dove più preferiamo.

Io l’ho utilizzata, neanche a dirlo, nell’Egg Benedict & Egg Blackstone Burger.

Il procedimento per realizzarla è molto semplice ma per la perfetta riuscita bisogna prestare attenzione a qualche piccolo particolare.

Salsa olandese
Salsa olandese

Ingredienti

  • Tuorli d’uovo (2 freschi)
  • Burro fuso (80 g – meglio se chiarificato)
  • Succo di limone (2 cucchiaini)
  • Sale
  • Pepe bianco

Procedimento

In una terrina sbattete con una frusta i tuorli d’uovo con il succo di limone fino a quando non diventano densi.Salsa olandese

Mettete la terrina su una pentola contenente acqua in leggera ebollizione. Il fondo della terrina non deve assolutamente toccare l’acqua. Iniziate ad aggiungere il burro fuso pochissimo per volta e mescolate continuamente con la frusta. Aggiungete altro burro solo quando il precedente sarà stato completamente assorbito dall’uovo. Continuate così fino al termine del burro. Tenete sempre sotto controllo la temperatura. Se la terrina dovesse riscaldarsi troppo toglietela da sopra il pentolino fino a quando la temperatura non si sarà abbassata.salsa olandese

Una volta che avrete finito di aggiungere il burro, togliete dal fuoco e aggiustate di sale e pepe. Se dovesse risultare troppo densa aggiungete uno o due cucchiaini d’acqua e sbattete ancora con la frusta.salsaolandese_img3

Servite la salsa tiepida. Per mantenerla al caldo potete lasciare la terrina immersa in acqua tiepida fino al momento di servire.

Si conserva in frigo per uno o due giorni al massimo. Per riutilizzarla, sbattete uno o due cucchiai di salsa in un pentolino a bagnomaria (procedimento come sopra) e, mano a mano, aggiungete il resto della salsa un cucchiaio alla volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *