Burger Buns, morbidissimi panini per hamburger

Burger BUns

Avete selezionato la migliore carne dal vostro macellaio seguendo le indicazioni della Scuola di Hamburger, avete scelto i topping per creare abbinamenti unici e poi… acquistate i Burger Buns al supermercato? Non sottovalutate l’importanza del pane in un hamburger: non è solo un aspetto importante, è fondamentale. I panini per hamburger che trovate imbustati nei supermercati (almeno in quelli italiani) non sono proprio una buona scelta, spesso hanno una consistenza pessima, si sbriciolano e non reggono le salse e i liquidi della carne. Meglio, a questo punto, cercare un panificio che ne produca di buoni.

L’ideale, però, è prepararsi i Burger Buns da sé. Potrete, così, decidere quantità e dimensioni dei panini, scegliere se e con quali semi guarnirli ma soprattutto avrete un prodotto notevolmente superiore a quello che potreste acquistare al supermercato. E poi, volete mettere la soddisfazione di sfornare voi stessi dei gustosissimi e morbidissimi panini?

La ricetta dei Burger Buns che vi propongo in questa pagina è davvero semplice da realizzare e non richiede molto tempo ma permette di ottenere dei panini veramente fantastici, con un ottimo sapore ed una consistenza perfetta. Se, invece, volete avventurarvi in una ricetta un po’ più articolata dovete assolutamente provare i miei Fluffy Buns.

Non vi resta che tirarvi su le maniche e immergere le mani nella farina!

Burger Buns

Ingredienti

Per l’impasto:

  • Farina manitoba (450 g)
  • Acqua (240 g)
  • Lievito di birra fresco (12 g – In alternativa 7 g di lievito di birra secco)
  • Uovo (1)
  • Burro fuso (60 g)
  • Zucchero (30 g)
  • Sale (10 g)
  • Malto diastasico (5 g – opzionale)

Per la finitura:

  • Uovo (1)
  • Latte (1 cucchiaio)
  • Semi vari (sesamo, papavero, zucca, ecc.)
  • Olio Extravergine d’Oliva (q.b. per ungere la ciotola)

Procedimento

Versate l’acqua nella planetaria e scioglietevi il lievito.

Azionate la frusta della planetaria alla velocità minima e aggiungete circa metà della farina.

Se lo avete, aggiungete il malto.

Una volta che acqua e farina si saranno amalgamate, aggiungete l’uovo e lo zucchero. Continuando ad impastare a bassa velocità, aggiungete gradualmente il resto della farina.

Unite, infine, il sale e il burro fuso.

Aumentate un po’ la velocità della planetaria e lasciate impastare per una decina di minuti.

Aiutandovi con una spatola unta d’olio, versate l’impasto – che risulterà molto appiccicoso –  su una spianatoia infarinata e, ripiegandolo più volte su sé stesso, formate una palla liscia e omogenea che metterete a lievitare in una ciotola unta d’olio e coperta. Ungete lievemente anche la superficie dell’impasto.

Fate lievitare l’impasto per un paio d’ore o, comunque, fino al raddoppio del suo volume.

Una volta trascorso il periodo di lievitazione, versate l’impasto sulla spianatoia infarinata e passate alla formazione dei panini. Pesate i singoli panetti con una bilancia per averli tutti uguali. Con pezzature da 100 g si ottengono 8 panini.

Per formare i panini, appiattite il pezzo di impasto e arrotolatelo. Schiacciatelo ancora e arrotolatelo sul lato corto, quindi formate una pallina ben chiusa sul fondo.

Per vedere come dare forma ai Burger Buns, guarda il video qui sotto:

 

Adagiate le palline su una teglia coperta con la carta forno, cercando di lasciare una certa distanza, copritele con un canovaccio e fatele lievitare per circa 2 o 3 ore o, comunque, fino al raddoppio del loro volume.

Burger Buns, morbidissimi panini per hamburger 1

Burger Buns, morbidissimi panini per hamburger 2

Trascorso il tempo di lievitazione, spennellate la superficie dei panini con l’uovo sbattuto, allungato con il cucchiaio di latte, e cospargete coi semi che più gradite.

Burger Buns

Burger Buns

Infornate i Burger Buns nel forno statico precedentemente riscaldato a 220°C. Trascorsi 5-7 minuti, abbassate il forno a 180° e fate cuocere per altri 15 minuti o, comunque, finché non abbiano un bell’aspetto dorato.

Sfornate i panini per hamburger, toglieteli dalla teglia – appoggiandoli magari su una griglia – e adagiatevi sopra uno o due canovacci puliti in modo che siano ben coperti. In questo modo, mentre si raffredderanno, la loro stessa umidità favorirà una crosta più morbida.

Una volta che si saranno raffreddati, conservate i Burger Buns in un sacchetto di plastica oppure congelateli: una volta scongelati, magari utilizzando il microonde, saranno di nuovo morbidissimi.

Scopri anche il modo migliore di tostare i burger bun leggendo questo articolo: Hamburger, come tostare il pane alla perfezione.

Burger Buns

Burger Buns

34 commenti

  1. Buonissimi, fantastica ricetta!!!! Grazie Boss : )

  2. a quanto lievito fresco equivale la dose indicata in ricetta?

    1. Author

      Certo, puoi usare il lievito madre, però non saprei indicarti le quantità perché per questa ricetta non l’ho mai usato. È prevista, prossimamente, una ricetta col lievito madre. Se provi, facci sapere come hai adattato la ricetta. 🙂

    1. Author

      Li consumi in giornata oppure puoi congelarli e scongelarli quando ti servono. Se li congeli possono durare anche qualche mese.

      1. Ciao, credi che sia possibile impastare la sera e poi mettere a riposare in frigo tutta la notte per aumentare il tempo di lievitazione?

          1. Grazie mille, avevo guardato quella ricetta ma parto da questa che mi sembra un po’ più semplice e alla mia portata.
            Grazie

          2. La quantità di lievito nel caso di una lievitazione più lunga rimane invariata oppure la posso calare? Grazie

            1. Author

              La ricetta dei Fluffy Bun è meno complicata di quello che sembra quindi puoi provarla tranquillamente. In ogni caso, se vuoi usare questa e allungare i tempi di lievitazione puoi ridurre il lievito, anche fino a dimezzarlo ma poi non devi avere fretta e aspettare che faccia il suo lavoro per bene 😊

    1. Author

      Nella ricetta è indicata farina Manitoba che è una farina forte con W intorno o superiore a 360. Tuttavia, visto che non è prevista una lievitazione lunga va bene anche una farina con forza minore, però di fatto ho sempre usato la manitoba per questa ricetta. Questa è una ricetta molto semplice e veloce ma che non mi ha mai tradito, sempre riuscita benissimo. Sto lavorando ad una ricetta più dettagliata e più articolata con una farina diversa e una lievitazione più lunga. Dovrebbe essere pronta tra non molto 😉

  3. Spettacolare Boss, ti seguo dagli albori ma non ho mai avuto il coraggio di provare una tua ricetta. Questi weekend lungo però ho voluto mettermi all’ opera e seguire minuziosamente la tua ricetta. Risultato uguale alle tue foto al primo colpo! unica nota credo che qualche minuto in meno dei 20′ a 180 gli avrebbe reso ancora più soffici…cosa ne dici? A parte questo sono panini che sviluppano un ottimo fondo che resiste a salse e condimenti, dettaglio essenziale a mio avviso. Provati con il pulled pork e coleslaw e han fatto un figurone! Grazie Boss continua così!

    1. Author

      Grazie Alessandro! 🙂
      Per quanto riguarda il discorso tempo di cottura, ogni forno è diverso e i risultati possono essere un po’ differenti. La prossima volta prova a toglierli qualche minuto prima e vedi se ottieni la morbidezza che cerchi. 😉

  4. Ciao! Si possono fare senza uova nell’impasto?

    Daluti

    1. Author

      Ciao. Considera che l’uovo, in un impasto, apporta grassi e proteine utili che svolgono diverse funzioni dando struttura, morbidezza, colore, sapore e aiutando la formazione della maglia glutinica.
      Non ho mai fatto la ricetta senza uova ma puoi benissimo provare sostituendo il peso dell’uovo con lo stesso peso in acqua. Non saprei dirti di quanto cambia il risultato ma, se provi, facci sapere il risultato! 😉

  5. Se non ho la planetaria e devo impastarli a mano, quanti minuti e in che modo vanno fatti per ottenere lo stesso risultato?

    1. Author

      Ciao Rosy. Puoi impastare a mano come faresti per qualsiasi altro impasto. Non c’è un tempo ma è necessario impastare fino a quando l’impasto è incordato, ossia fino a quando, impastando, hai formato un composto compatto, liscio ed elastico.

  6. Ciao Boss, ti ho conosciuto da molto poco, ma già a prima vista potuto capire che tu ne sai molto!
    Sono il proprietario di due ristoranti e da qualche tempo mi sono appassionato al mondo dei bun e degli hamburger.
    Ho iniziato a farmi e ben con una mia ricetta personale, buonanotte risultato perché sono passato a chiedere al mio panettiere di fiducia di replicare l’esperimento con buoni risultati, ma ultimamente non gli venivano più bene.
    Adesso scoperto la tua ricetta l’ho messo in pratica proprio oggi .
    Io uso lievito madre disidratato e farina artigianale macinata a pietra che ho dovuto tagliare con la farina manitoba ….
    Risultato finale …..TOP !!
    Unica nota sono i tempi di lievitazione che sono moooooolto più lunghi, ho iniziato oggi alle 10 e mi appresto ad andare in cottura adesso….sono le 16
    Per fortuna ho il forno combinato e quindi ho cotto per 5 min a 220 e poi 15 a 170 con umidità al 50%
    Profumo e morbidezza perfetti !

    Settimana prossima inizio a provare i fluffy !!!
    Grazie ancora e complimenti, ti aggiornerò anche sulle salse !
    Luca

    1. Author

      Ciao Luca! Grazie mille, fa sempre piacere ricevere commenti come il tuo.
      Non sono un esperto della panificazione ma col tempo ho capito che l’attesa è un ingrediente fondamentale in questo campo.
      Aspetto di sapere come andrà la prova delle altre ricette! 😉
      Se vuoi, ti aspetto anche sulla pagina Facebook del blog! 😉
      http://www.facebook.com/burgerboss.it

  7. Per quanti panini ela ricetta?
    Grazie

    1. Author

      Ciao Kevin. Naturalmente dipende dalle dimensioni. Io di solito faccio “palline” da circa 90 grammi che poi metto a lievitare. Con queste proporzioni vengono 9 panini.

  8. Ciao, ho replicato la ricetta ma la superficie dei panini mi é venuta in po’ dura… dentro invece sono morbidi… é normale?

    1. Author

      Ciao. Probabilmente sei andato un po’ in là con la cottura. Considera che ogni forno ha caratteristiche diverse e i tempi di cottura possono comunque variare. Prova a ridurre il tempo di cottura, utilizza forno statico e copri i panini subito dopo averli sfornati. Puoi anche provare ad inserire nel forno un pentolino con acqua per aumentare l’umidità della camera di cottura.

  9. come mai hai cambiato la ricetta? un mese fa era diversa e mi erano venuti benissimo

    1. Author

      Ciao Andrea. La ricetta sostanzialmente è sempre la stessa, ho solo eliminato un passaggio che era superfluo e aumentato un po’ il burro, ma il resto è tutto uguale. Ho riscritto i passaggi ma il risultato è sempre quello di prima. 😉

  10. Avevo già fatta la tua prima ricetta con risultato abbastanza buono ma con la nuova ricetta sono venuti deliziosi morbidissimi e profumati(anche perché li ho cotti un po’ meno)Vorrei conservarli così morbidi- non posso consumarli subito ne son venuti 12 Come posso fare?

    1. Author

      Ciao Anna Maria e grazie! 😊
      Congelali pure e scongelati col microonde. Non so se segui la pagina Facebook ma qualche giorno fa ho condiviso un video in cui mostravo come vengono proprio questi panini scongelandoli col microonde. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *